Continuando la navigazione nel sito ne autorizzi l'utilizzo dei cookies. Vuoi sapere quali cookie sono utilizzati? Clicca qui per accedere alla cookie policy

Bluecity Lavis Bluecity Lavis Bluecity Lavis Bluecity Lavis

Bluecity Lavis

Caratteristiche

COMMITTENTE:

Blue City srl

LUOGO:

Zona industriale Lavis (Tn)

PROGETTO ARCHITETTONICO:

Eng Group srl – Ing. Paolo, Arch. Michele Buizza

PROGETTO STRUTTURE E IMPIANTI:

Eng Group srl – Ing. Paolo Armani

DIREZIONE LAVORI:

Eng Group srl – Ing. Paolo Armani

COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA:

Eng Group srl – Ing. Paolo Armani

IMPRESE ESECUTRICI:

Caliari Giuseppe & C. srl, Giacca srl, Hollander Idrotermica srl

DATI DIMENSIONALI:

3800 m2

DATA:

2017 – 2019

POLO DELLA LOGISTICA

La necessità di assecondare l’evoluzione di un mercato in crescita ha indotto “Blue City srl”, azienda leader nella logistica del freddo, a impostare un progetto aziendale con precisi presupposti strategici: - realizzare un nuovo “Transit Point” per dare una immagine forte e identificativa dell’azienda; - creare un nuovo magazzino per lo stoccaggio provvisorio dei prodotti alimentari freschi; Il nuovo “Transit Point” di “Blue City srl” è stato realizzato nella zona industriale di Lavis. La committenza ha chiesto ad “ENG Group srl” la concezione di nuovo luogo per l’azienda (in sostituzione di quello attuale) con volumi, spazi e materiali rispondenti ai canoni più significativi dell’architettura contemporanea. Il progetto ha adottato una soluzione compositiva che si basa su presupposti sia funzionali che economici. Da un lato l’articolazione del complesso, costituito da magazzino e uffici, è il risultato di uno studio approfondito delle funzioni cui lo stesso è destinato, dall’altro l’impianto architettonico rappresenta la sintesi ottimale tra soddisfazione dell’identità aziendale, velocità della costruzione e contenimento dei costi. Il magazzino per le attività di ricezione, stoccaggio ed invio merci è previsto con 12 baie di carico a banchina sopraelevata. Lo spazio produttivo è costituito da struttura portante prefabbricata in c.a., pavimento industriale, contropareti e controsoffitti interni con isolante termico per la realizzazione di celle frigorifere, rivestimenti di facciata con pannelli metallici autoportanti. Sul lato est, verso la strada di accesso al lotto, è prevista la costruzione della palazzina destinata alle attività amministrative e dirigenziali dell’azienda. L’intervento si qualifica come costruzione di alto pregio nella scelta del linguaggio architettonico e dei materiali. Il fronte principale è caratterizzato dalla presenza di un grande portico d’ingresso con colonne in acciaio e da un doppio livello di facciate vetrate con schermature integrate; le facciate laterali sono definite da finestrature a nastro e da un rivestimento in pannelli metallici che richiama il linguaggio industriale del magazzino. Al piano terra della nuova palazzina sono ubicati gli spazi di rappresentanza ed accoglienza dei visitatori e al primo piano gli uffici di coordinamento e dei dirigenti con le relative pertinenze oltre un terrazzo coperto per il relax. Il progetto prevede anche la costruzione di un corpo edilizio di connessione del magazzino con la palazzina uffici avente la funzione di garantire il comfort termo igrometrico fra i due ambiti di lavoro climatizzati a differenti temperature e di accogliere tutti i servizi accessori al magazzino di stoccaggio quali spogliatoi, servizi igienici, archivi e ufficio disponenti. Nella parte del lotto non coperta sono previsti il piazzale di carico e scarico degli automezzi, i parcamenti degli autoarticolati e delle automobili, i percorsi perimetrali carrabili e gli spazi verdi e pedonabili. In particolare l’area esterna antistante la palazzina uffici si prevede disegnata per ottenere uno spazio unitario fortemente connotato e correlato all’edificato, capace di dare coerenza figurativa all’intera operazione. In particolare è prevista una diversificazione e caratterizzazione dello spazio esterno con la creazione di un’area pedonabile in cubetti di porfido e degli spazi piantumati a verde.  

VIDEO: